Ho l'età legale per bere alcolici
nel mio paese di residenza

Gusto Veneziano

SCROLL

Il sapore della convivialità.

A Venezia l'aperitivo è un rito che riempie i bar e le osterie della città. Un appuntamento che coinvolge tutti nel nome della tradizione veneta del godersi la vita attraverso le cose semplici, sincere e autentiche, come due chiacchiere con gli amici davanti ad un calice di vino.

Cicchetti

L’autentico aperitivo veneziano

Il termine “cicchetti” deriva dal latino "ciccus" e significa “piccola quantità”. I cicchetti sono infatti piccoli spuntini da gustare con un bicchiere di vino, di solito come aperitivo, in tipiche osterie veneziane, chiamate Bacari.

Abbiamo selezionato sei raffinate ricette che si abbinano perfettamente a Modello delle Venezie.

Cicchetti

L’autentico aperitivo veneziano

Il termine “cicchetti” deriva dal latino ciccus e significa “piccola quantità”. I cicchetti sono infatti piccoli spuntini da gustare con un bicchiere di vino, di solito come aperitivo, in tipiche osterie veneziane, chiamate Bacari.

Abbiamo selezionato sei raffinate ricette che si abbinano perfettamente a Modello delle Venezie.

L’Italia in un boccone.

Brie, pomodorini, acciuga

Appoggiate sul pane croccante un pezzo di formaggio brie, un’acciuga sott’olio ben scolata e infine i pomodorini tagliati
a fettine. Profumate il tutto con un po’ di pepe appena macinato
e dell’erba cipollina.

Autunno a Venezia.

Zucca, Parmigiano Reggiano, ricotta

Tagliate una zucca a fettine, sistematele su una teglia da forno, avvolgetele nella carta stagnola e cuocetele per 50 minuti circa. Finché sono ancora calde, riducetele in purea con un passaverdure. Spalmate sul crostino di pane uno strato di ricotta, aggiungete la crema di zucca, le chips di Parmigiano Reggiano, sale e pepe quanto basta. Guarnite il tutto con germogli freschi.

Vino consigliato

Una barchetta affumicata.

Scamorza affumicata, radicchio, salsa di finocchio
(o crema di noci)

Stendete la salsa di finocchio sul pane e aggiungete una foglia
di radicchio rosso, che prima avrete già passato in padella. Appoggiate la scamorza affumicata e condite con sale
e pepe a piacere. Guarnite il tutto con del finocchietto
selvatico fresco.

Un veneziano vegano.

Peperone giallo, zucchina, pomodorini

Arrostite un peperone giallo e riducetelo a listarelle, tagliate delle fettine di zucchina e grigliatele sulla piastra, lavate alcuni pomodorini e affettateli. Ora disponete le verdure adagiando
la fetta della zucchina sul pane, aggiungendo i pomodorini e il
peperone tagliato. Condite con olio, sale e pepe, infine guarnite
il tutto con una foglia di basilico.

Vino consigliato

Piccolo giardino di primavera.

Uova, petali di fiori edibili

Rassodate le uova, mescolate i tuorli sminuzzati con qualche cucchiaio di maionese e aggiungete un pizzico di sale e pepe. Spalmate questa crema sul crostino di pane e aggiungete petali di fiori edibili, come quelli di rosa, margherita, viola, melissa, calendula. Completate con una spolverata di paprika.

Lacrime di aringa.

Cipolle in saor, aringa (o trota) affumicata.

Affettate sottilmente le cipolle e lasciatele appassire a fuoco lento con un filo di olio d’oliva. Quando saranno leggermente dorate aggiungete sale e pepe e irrorate con mezzo bicchiere di aceto
di vino bianco che dovrete far evaporare prima di spegnere
il fuoco. A questo punto potete comporre il cicchetto: disponete
un cucchiaio di cipolle in saor sul pane, adagiate un pezzetto
di aringa (o trota) affumicata, una spolverata di pepe
e decorate il tutto con uno stelo di erba cipollina.

Credits foto cicchetti: Stefano Tripodi

Questo sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione possibile. Navigandolo ne accetti l'utilizzo: per avere maggiori informazioni puoi consultare la pagina dedicata alla nostra Cookie Policy - ACCETTA